Il Card. Simoni a Valcannuta

Cerca nel sito

banner NEWS

Ultime notizie

Il Card. Simoni a Valcannuta

Sabato, 11 Febbraio 2017 12:33

 

Oggi 11 febbraio 2017 la comunità di Valcannuta vive una giornata del tutto particolare,  ricca di eventi e di particolare grazia!

Sono presenti Madre Palma, la vicaria sr Anna e le consigliere.

Il primo appuntamento è in Cappella: alle ore 9.30 ha luogo la celebrazione eucaristica presieduta dal Card. Simoni, che in questi giorni si trova a Roma per prendere possesso della Diaconia di Santa Maria della Scala, a Trastevere.

È una Messa “speciale”: si respira profumo di santità, di martirio …

Infatti Don Ernest Simoni è “un martire vivente” e un testimone dell’Amore “fino alla fine”.

È l’unico sacerdote vivente che sia stato testimone della persecuzione del regime di Enver Hoxha, che aveva proclamato l’Albania il «primo Stato ateo al mondo». 

Simoni venne arrestato nel 1963 dalla polizia comunista e rimesso in libertà soltanto nel 1990, dopo una vita ai lavori forzati.

«Durante il periodo di prigionia, ho celebrato la messa in latino a memoria, così come ho confessato e distribuito la comunione di nascosto». Nei primi anni di lavori forzati, il sacerdote doveva spaccare le pietre estratte da una cava con una mazza di ferro pesante una ventina di chili. 

Ma non aveva rinunciato all’annuncio del Vangelo. «Celebravo la messa tutti i giorni, a memoria, in latino, sfruttando ciò che avevo a disposizione. L’ostia la cuocevo di nascosto su piccoli fornelli a petrolio che servivano per il lavoro. Se non potevo utilizzare il fornello, mettevo da parte un po’ di legna secca e accendevo il fuoco. Il vino lo sostituivo con il succo dei chicchi d’uva che spremevo. E d’inverno utilizzavo delle boccette con il vino che mi portavano i miei parenti». Addirittura diventa il padre spirituale di molti carcerati. Sapeva che rischiava la vita, ma ripeteva: «Il Signore è il mio pastore, non manco di nulla. Quante volte ho recitato questo Salmo...».

 E’ stato creato Cardinale da Papa Francesco nel Concistoro del 19 novembre 2016.

Durante l’omelia sottolinea la sua devozione a Maria Santissima, l’importanza di pregarla per la pace, per la felicità dell’umanità intera. Più volte afferma l’importanza della purezza, dell’Amore forte e libero, del perdono ….

Al termine il card. impartisce alle Suore una preghiera di liberazione dal male…..

Dona una benedizione particolare alle Postulanti che fra breve entreranno in noviziato.

Letto 412 volte Ultima modifica il Martedì, 14 Marzo 2017 12:41

Contatti

Suore di Carità
dell'Immacolata Concezione di Ivrea

Curia Generalizia

Via della Renella, 85 - 00153 ROMA
Tel. 06 5818145 - Fax 06 5818319 
Email: scicivrea@scicivrea.it

TWITTER

Papa Francesco
Abbiamo sempre tanto bisogno di riscoprire l’amore e la misericordia del Signore per sviluppare la familiarità con Dio.
Papa Francesco
Prego per tutte le vittime degli attentati di questi giorni. La violenza cieca del terrorismo non trovi più spazio nel mondo.
Follow Papa Francesco on Twitter

Newsletter

Iscrivendoti alla nostra newsletter riceverai le ultime news e i contenuti aggiornati del nostro sito web. Potrai annullare la tua iscrizione in qualsiasi momento.