Stampa questa pagina
Lunedì, 21 Settembre 2015 12:04

Antonia Maria Verna

Vota questo articolo
(0 Voti)

 

La Fondatrice

Antonia Maria Verna, nata a Pasquaro il 12 giugno 1773, battezzata lo stesso giorno, morta a Rivarolo Canavese il 25 dicembre 1838, ha speso l’intera esistenza per la fondazione della Congregazione delle Suore di Carità dell’Immacolata Concezione d’Ivrea.

La beata Antonia Maria Verna opera nel Piemonte dell'Ottocento, educando cristianamente molti bambini di povera gente, assistendo malati di ogni genere e spesso anche a rischio della propria vita, inventando le scuole e gli asili dove non c'erano, aiutando i poveri nel segno della cristiana carità. E tutto sempre a gratis, per usare una sua espressione tipica.

Siamo di fronte a una donna semplice, di origini contadine, che si è fatta da sè, a volte contro tutti e contro tutto anche a causa di una residua mentalità maschilista in parte tipica del clero nel Piemonte di allora: una donna profetica in alcune sue intuizioni apostoliche, spesso non capita o addirittura osteggiata.

Eppure non cede, sa di avere il Signore dalla sua parte, continua nella sua azione educativa e caritativa che le aveva guadagnato la stima e l'affetto di molte persone. Alla fine, vede i suoi sforzi premiati. A lei importa unicamente che l'opera continui secondo il carisma originario. E così sarà, dal momento che oggi la Congregazione è presente non soltanto in Italia, ma anche all'estero con opere di grande respiro [cfr Angelo Montonati, “A GRATIS” PER AMORE].


Breve cronologia

Nel 1788 a quindici anni fa voto di perpetua verginità.

Verso il 1800 si trasferisce a Rivarolo.

Nel 1806 inizia le pratiche per la fondazione di un istituto religioso.

Il 17 maggio 1817 riceve l’approvazione che viene attribuita ad altre giovani del luogo

Nel 1823 riprende le pratiche per la fondazione e scrive la prima Regola.

Il 7 marzo 1828 ottiene l’approvazione definitiva dell’Istituto, dall’autorità regia,

Il 10 giugno 1828 pronuncia per la prima volta i voti.

Il 27 novembre 1835 il vescovo d’Ivrea approva le regole dell’istituto con il nome di Sorelle di Carità sotto Il titolo della Concezione della Beata Vergine Maria.

Il 25 dicembre 1838 Madre Antonia muore a Rivarolo.

Il 2 ottobre 2011 nella cattedrale di Ivrea viene celebrata la sua beatificazione.


 

Photo gallery

Letto 5811 volte Ultima modifica il Venerdì, 15 Aprile 2016 10:41

L'utilizzo dei cookie concorre al buon funzionamento di questo sito e favorisce il miglioramento dei servizi offerti all'utente. L'accesso ai contenuti del sito e l'utilizzo dei servizi implica accettazione dell'utilizzo dei cookie.