Visualizza articoli per tag: Parola di Dio

Cerca nel sito

banner EVENTI

Ultimi eventi

Ultime notizie

Domenica, 24 Gennaio 2021 08:57

Domenica della Parola

Mattinata di sole sul lago (o sul mare, come quello della foto scattata qualche anno fa da Pier -l'architetto Pierangelo Brugnera, a Dar es Salaam)... Dei pescatori riassettano le reti, chiudono il lavoro di una notte, si preparano a fare ritorno a casa.. Tutto sta per finire, invece tutto inizia. Inizia una nuova vita, non più da pescatori di pesci, ma da pescatori di uomini. Una vita da spendere al servizio del Vangelo, della Parola.

Non a caso oggi la Chiesa celebra la Domenica della Parola, voluta da Papa Francesco. Una domenica per fare festa alla Parola, con la Parola. quella con la "P" maiuscola, quella che dà Speranza, Gioia, Vita! Quella che svela e rivela il lato inedito, sconosciuto, divino di tutte le cose. Quella che ti fa male perchè è una spada a doppio taglio, ma il "male" che ti arreca è come quello degli scapaccioni della mamma: un "male" che fa bene, che opera il Bene, che guarisce, come miele dolcissimo, come balsamo profumato. Quella che è lampada che guida ogni piccolo passo del cammino e che consente al giovane di conservare pura, cioè Bella la sua via...

Andrea, il Protocletos, il primo chiamato, Pietro suo fratello ed i loro amici - udita la Parola- hanno lasciato le reti. Ora solcano altri mari, pescano altri pesci, ascoltando la Parola, vivendola e annunciandola... E tu?

Buona domenica!

Pubblicato in EVENTI
Domenica, 26 Luglio 2020 08:54

Perle e tesori

Il regno dei cieli è simile a un tesoro nascosto nel campo; un uomo lo trova e lo nasconde; poi va, pieno di gioia, vende tutti i suoi averi e compra quel campo.
Il regno dei cieli è simile anche a un mercante che va in cerca di perle preziose; trovata una perla di grande valore, va, vende tutti i suoi averi e la compra.  (Matteo 13, 44-46)

Il Vangelo di oggi dice che cosa è davvero il cristianesimo. Non una religione, una dottrina, una morale. Non una filosofia, un pensiero, un’idea. Non un catechismo, delle regole, dei divieti, dei comandi e comandamenti. No.

È un’avventura, un cercare ed un trovare ma anche un essere trovati senza aver cercato, nel bel mezzo del quotidiano. È una sorpresa, una gioia che ti nasce nel cuore, nel bel mezzo della fatica, fuoco che dà vita ai tuoi giorni.

È rischiare, è vendere tutto, è riiniziare daccapo, è mettersi in gioco, è fare pazzie, è vedere l’invisibile. E lasciare. E partire.

Questo è il Regno dei Cieli, tesoro nascosto e perla preziosa, piccolo seme che ti nasce nel cuore, briciola di lievito che produrrà pani profumati. È vedere con gli occhi del cuore che Qualcuno da sempre mi vede, mi ama, mi accoglie così come sono e si prende cura di me. Che per me ha fatto pazzie e continuerà a farne. Che non chiede nulla in cambio se non che io sia felice. Amando. Che io sia felice sin da ora, nelle fatiche del quotidiano, nel dolore, anche nella morte. Perché Lui è ovunque e a tutto dà senso, un senso adesso, un senso subito, un senso nascosto nelle pieghe degli eventi.

La più grande menzogna del pensiero occidentale è stata quella di farci credere che il cristianesimo fosse l’oppio dei popoli, una droga per non pensare, un tranquillante per illudere, un palliativo per rimanere fermi. Quando invece è proprio il contrario, perché il tesoro trovato ti spinge all’azione, alla compravendita, ti fa correre, ti mette in moto, ti riempie di gioia. Non perché da adesso in poi vivrai in discesa, senza pensieri, divertendoti (il divertissment, lo diceva già il Filosofo quattro secoli fa, quello è il vero oppio dei popoli), bensì perché anche nel dolore più cupo saprai trovare un senso, un valore, una cosa bella. Sì, Bella.

Bella come quando Francesco baciò il lebbroso e l’amaro divenne dolce. O come quando Iňigo de Loyola lesse il Vangelo ed il dolore divenne gioia. O come quando Edith divorò in una notte l’autobiografia di Teresa e la verità ricercata nella fenomenologia divenne Verità incarnata nella storia degli uomini. O come quando Vincenzo entrò nel tugurio ed il desiderio di una vita facile divenne il sogno di una vita felice. O come quando Lorenzo fu mandato a Barbiana e l’esilio divenne esperienza di liberazione per sé e per gli altri. O come quando Andrea partì per la Turchia e la solitudine di Trabzon divenne pienezza dello Spirito. O come quando Chiara si ammalò di tumore ed il giogo del Signore divenne dolcezza infinita. O come quando io, da oggi, ancora una volta e spero per sempre mi rimetto a scavare in cerca di tesori o corro per vendere la perla preziosa troppo a lungo trattenuta nel pugno della mano.

Pubblicato in NEWS
Mercoledì, 22 Luglio 2020 19:49

Rimanere

Dal Vangelo secondo Giovanni (Gv. 15, 1-8)

Il Vangelo di oggi va contro ogni distanziamento sociale in materia di fede. E' un invito a rimanere uniti, come il tralcio alla vite. Rimanete è la parola d'ordine! Rimanete, restate.. Come spesso abbiamo ripetuto in questi mesi: "Io resto a casa!". Ecco, oggi siamo però invitati a rimanere nell' Amore, nel Suo Amore. E' un invito dolcissimo che ci ricorda come, con Gesù non si tratta di fare chissà quali cose, quanto piuttosto di fermarsi, di stare, di rimanere con Lui e LASCIARSI AMARE. Rimani,non scappare, non correre, non andare lontano, non svincolarti dall'abbraccio. Rimani nell'Amore, rimani in Dio. Lasciati amare! Come tralcio, lascia che la Vite ti doni la sua linfa vitale.

Sii paziente. Rimani. Vedrai che frutti!

 

Pubblicato in NEWS
Martedì, 21 Luglio 2020 10:29

Chi cerca trova!

22 luglio. Festa di S. Maria Maddalena. Cantico dei Cantici 2

Chi ama, cerca... Chi cerca, piange... Chi piange, vede... Chi vede, trova...

Trova, perchè è visto. E' visto, perchè per lui o lei Qualcuno ha pianto ed ha sofferto. Qualcuno ha pianto e sofferto per lui o lei perchè da sempre lo cerca. E se lo cerca, lo ama. Perchè? Perchè L'Amore ama, cerca, piange, vede trova e ti trova!

Pubblicato in NEWS
Martedì, 21 Luglio 2020 06:11

da figlia a madre... da figlio a padre

Mt. 12, 46-50

Così è la vita. Quando cresci e i genitori si fanno anziani, a poco a poco diventi tu loro madre, loro padre. Loro tornano bambini. E tu li generi.

Così è la fede. Più cresci nella statura di Cristo, più ti addentri nel Mistero di Dio e Lui, l'Eterno, ti fa partecipare non solo della Sua Giovinezza, ma anche della sua adultità. E tu lo generi. In te. Negli altri.

Pubblicato in NEWS

Contatti

Suore di Carità
dell'Immacolata Concezione di Ivrea

Curia Generalizia

Via della Renella, 85 - 00153 ROMA
Tel. 06 5818145 - Fax 06 5818319 
Email: scicivrea@scicivrea.it


privacy policy

GDPR informativa scuole

GDPR informativa case per ferie

TWITTER

Papa Francesco
Il cuore di Maria è come una perla di incomparabile splendore, formata e levigata dalla paziente accoglienza della… https://t.co/TWDx0UYMyF
Papa Francesco
I Bambini sono il futuro della famiglia umana: a tutti noi spetta il compito di favorirne la crescita, la salute e… https://t.co/vQhyMrlsLO
Follow Papa Francesco on Twitter

Newsletter

Iscrivendoti alla nostra newsletter riceverai le ultime news e i contenuti aggiornati del nostro sito web. Potrai annullare la tua iscrizione in qualsiasi momento.

L'utilizzo dei cookie concorre al buon funzionamento di questo sito e favorisce il miglioramento dei servizi offerti all'utente. L'accesso ai contenuti del sito e l'utilizzo dei servizi implica accettazione dell'utilizzo dei cookie.